Lo sviluppo di HTML

HTML è il linguaggio di markup usato per creare documenti nel World Wide Web. Anche se le specifiche ufficiali di HTML sono in sviluppo da qualche tempo, i singoli browser possono riconoscere comandi proprietari che non sono inclusi nelle specifiche. Quando le persone chiedono una lista di "tutti i comandi HTML" generalmente vogliono sapere quali comandi possono utilizzare nelle loro pagine con la certezza che i loro visitatori possano vedere quello che desiderano gli autori. La Guida Bare Bones Guide di HTML è stata realizzata in funzione di questa necessità. Ho cercato di includere tutti i comandi supportati dalla maggioranza del browser attuali, ma c'è un certo numero di sfumature che rendono questo obiettivo di per sé impreciso.

L'organo ufficiale del linguaggio HTML è il World Wide Web Consortium (W3C). Il W3C ha pubblicato molte versioni delle specifiche di HTML, tra cui HTML 2.0, HTML 3.0, HTML 3.2 e la più recente, HTML 4.0. Nel frattempo, i produttori di browser, come Netscape e Microsoft, hanno spesso sviluppato delle proprie "estensioni" HTML al di fuori degli standard in corso e le hanno incorporate nei loro browser. In alcuni casi, come il comando <CENTER> di Netscape, queste estensioni sono state incluse nello standard ufficiale.

HTML 2.0, che codifica lo stato attuale di HTML dal giugno del 1994, è lo standard di base che tutti i browser -- inclusi quelli solo testo -- dovrebbero supportare. HTML 2.0 rispecchia la concezione originale di HTML ovvero un linguaggio di markup indipendente dallo strumento per visualizzare la struttura delle informazioni, invece di specificare esattamente come le pagine devono essere visualizzate. Se vuoi essere sicuro che tutti gli utenti siano in grado di vedere quanto presente nella pagina, usa solo i comandi HTML 2.0.

La bozza di HTML 3.0 , pubblicata nel 1995, ha tentato di costruire sulla base di HTML 2.0 aggiungendo funzioni come le tabelle ed un maggior controllo sulla disposizione del testo introno alle immagini. Sebbene molte funzioni HTML 3.0 sono state adottate dagli sviluppatori di browser, molte non lo sono state. In alcuni casi le soluzioni alternative proposte dagli sviluppatori di software sono diventate molto più diffuse dei comandi "ufficiali". La proposta di HTML 3.0 è attualmente scaduta, e non rappresenta più uno standard ufficiale.

Nel mese di gennaio 1997, il W3C ha adottato le specifiche HTML 3.2 , che sono state realizzate per riflettere e standardizzare le soluzioni generalmente utilizzate. Perciò HTML 3.2 include i comandi HTML 3.0 che sono stati adottati dagli sviluppatori di browser come Netscape e Microsoft, come pure le estensioni di HTML più diffuse

HTML 4.0, lo standard attuale, ╦ diventato una specifica ufficiale del W3C nel mese di aprile del 1998. Questa versione include alcuni nuovi elementi di formato, le modifiche relative a script and fogli di stile, e molte modifiche per rendere le pagine più accessibili a persone con invaliditř. Le versioni attuali della maggioranza dei browser dovrebbe supportare tutti, o praticamente tutti, questi comandi.

Per il futuro, W3C sta lavorando per riformulare l'HTML in un contesto di linguaggio di markup estenso (XML), uno standard più e flessibile. Per maggiori informazioni, vedi la bozza in lavorazione del W3C, adottata nel mese di dicembre 1998.

Ci sono anche delle estensioni HTML di Netscape e Microsoft che non sono state incluse nello standard ufficiale. Dopo molte richieste, sono state elencate nella guida Bare Bones Guide di HTML. Se decidete di utilizzare uno dei comandi elencati come estensioni di Netscape o Microsoft, ricordate che le persone che utilizzano altri browser potrebbero non vedere le pagine nel modo che volevate.

Ritorna alla Guida



Prologo

Il prologo dovrebbe essere inserito all'inizio del documento. Il prologo non è necessario ai browser per riconoscere i documenti HTML, anche se può fornire ai browser ed alle persone che leggono il file un indicazione di quali comandi HTML sono inclusi. La sintassi esatta del prologo dipende da quale versione del DTD (document type definition) di HTML stai usando. Ho incluso il prologo da usare se i tuoi documenti sono conformi allo standard HTML 4.0; non utilizzarlo se includi estensioni di Netscape o Microsoft.

Ritorna alla Guida



<XMP>

Le specifiche di HTML attuali raccomandano di non utilizzare il comando <XMP>, in quanto causa "un numero di sfortunate interazioni con le procedure tecniche e tende ad essere usato e supportato incoerentemente". Può essere usato al suo posto il comando <PRE>.

Le prime versioni di HTML includevano il comando <XMP> (example/esempio) e alcune persone continuano ad usarlo per visualizzare la sintassi di HTML in una pagina. Per quanto i browser gestiscono il comando <XMP> in modo incoerente, ed è elencato come obsoleto nelle attuali specifiche. Al suo posto può essere usato il comando <PRE>.

Ritorna alla Guida



<BLOCKQUOTE>

La visualizzazione suggerita del comando <BLOCKQUOTE> è di rientrare i margini sinistro e destro, e questo comando è utilizzato spesso per ottenere il rientro (che non è supportato direttamente da HTML 2.0) piuttosto che per le citazioni. Fai attenzione che non tutti i browser visualizzano il comando in questo modo, anche se sempre più browsers si stanno allineando a questa forma di visualizzazione col passare del tempo.

Ritorna alla Guida



I comandi di allineamento

Le specifiche di HTML 4.0 supportano entrambi gli attributi di allineamento per i comandi di paragrafo e testata, e il comando <CENTER> originariamente sviluppato da Netscape. Attualmente, l'area principale in cui il comando <CENTER> risulta necessario è nelle situazioni (come per centrare una tabella in Netscape Navigator), in cui un browser non riconosce gli attributi di allineamento.

Il più grande problema con il comando <CENTER> è che implica un interruzione di paragrafo intorno all'oggetto allineato, ma i browser che non riconoscono il comando <CENTER> si limitano semplicemente ad ignorarlo, e cosi non visualizzano il documento nel modo in cui l'autore desiderava. Visto che la maggioranza dei browser attualmente riconosce i comandi di allineamento, l'utilizzo di <P ALIGN=CENTER></P> è sempre preferibile rispetto a comando non standard <CENTER>.

Ritorna alla Guida



Il comando <P>

La maggior parte dei comandi HTML sono "contenitori;" hanno un tag di inizio ed uno di fine, con il testo all'interno (ad esempio <B>Questo è in neretto</B>). Il comando <P>, all'opposto, era originariamente definito come un tag standalone che definiva lo spazio tra i paragrafi. Il problema con questo approccio è che non permetteva funzioni come quella di centrare o allineare a destra i paragrafi, perch´ non c'era modo di indicare l'inizio e la fine del testo da allineare. Di conseguenza, la proposta di HTML 3.0 dall'inizio ha definito <P> come un comando contenitore, cosi questi paragrafi possono essere rappresentati come <P>testo</P>, e il tag di apertura <P> può contenere l'allineamento e altri attributi. Il tag di chiusura </P> può essere tralasciato quando non stai settando l'allineamento del paragrafo, anche se il suo utilizzo rende più chiari i confini dei paragrafi nella sorgente del tuo file HTML.

Ritorna alla Guida



Il codice dei colori

Il codice viene espresso nella forma di 3 numeri esadecimali che specificano i valori RGB - red (rosso), green (verde) e blue (blu) - del colore. La mia WWW Help Page contiene una sezione di collegamento ai programmi di utilitř che generano questi codici per te.

Ritorna alla Guida

Copyright © 1995-1999 Kevin Werbach.
Ultimo aggiornamento 1 Febbraio 1999.

Traduzione a cura di Kay Martha Quittan (per informazioni vedi Kay On Line)